Trending Tags

Europee, Tiso-Arbia(Prospettive Future): “Andiamo a votare per una Europa a misura di giovane”

“In queste settimane Prospettive Future ha lanciato una campagna stampa per sensibilizzare i cittadini italiani, in particolare i giovani, sulle istituzioni europee e sulla importanza delle elezioni in Ue, che nel nostro paese si terranno i prossimi 8 e 9 giugno. E “Use your vote” è stato uno degli slogan della Unione Europea per invogliare ad andare alle urne. Uno slogan semplice ma di grande impatto per ricordare alla comunità un momento unico in cui tutti noi possiamo decidere collettivamente sul futuro dell’Unione europea e per plasmare quella che sarà la nuova democrazia europea. Il nostro voto, infatti, deciderà quali deputati al Parlamento Ue ci rappresenteranno nell’elaborazione delle leggi e influenzeranno l’elezione della Commissione europea: decisioni che ricadranno sulla nostra quotidianità e su quella di molti altri. In un contesto sempre più complesso, delicato e interconnesso, l’Unione europea infatti si occupa di sfide globali che nessun paese dell’UE può affrontare con successo da solo. Affrontare le numerose sfide che ci troviamo davanti non è un compito semplice, e votare è il modo più coerente in cui si può incidere sulla direzione da seguire. Anche perché chi non vota, ha sempre torto. Per questo Prospettive Future sollecita tutti ad andare in cabina elettorale ed esprimere la propria preferenza visto e considerato che l’astensionismo è un fenomeno sempre più preoccupante, in quanto riduce la rappresentatività delle istituzioni democratiche. Dunque, cari cittadini italiani, che il vostro sia un buon voto, consapevole ed informato”.

Così, in una nota, il fondatore del sodalizio “Iniziativa 9 maggio”, Rocco Tiso, e il portavoce nazionale del comitato “Prospettive Future”, Attilio Arbia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Consigli di stile e tendenze di moda: Eleonora di Ruscio
Next post Cereali, Confeuro: “Bene più dazi su grano Russia e Bielorussia. Ora anche Turchia”